RAGU’

Mettiamo subito le cose in chiaro, l’ingrediente principale di questo condimento è il tempo. Ci sono cose che vanno fatte con calma, senza fretta e dando ritualità ad ogni gesto. Il Ragù è una cosa seria e sono veramente pochi i piatti che secondo me racchiudono questa magia (uno tra questi è il baccalà alla vicentina, ma questa è un’altra storia d’amore). Di questo succulento condimento per la pasta ne esistono tantissime varianti, basta pensare che ogni casa, ogni città e ogni regione ha la sua ricetta. 
Penso che il Ragù non debba essere pesante e ricco d’olio come spesso capita, ma debba  avere una giusta proporzione tra carne e sugo e dalla consistenza giusta, cioè denso. Altra cosa importante per la riuscita di questo sugo è la pentola, se potete fate un piccolo investimento e comprate una pentola in coccio o in ghisa smaltata, perché in questo tipo di pentole il calore viene distribuito in modo omogeneo e non solo nel fondo. 
Quindi, Buon Ragù a tutti!

ragù

Ragù – Immagine soggetta a Copyright

Ingredienti:

1 kg di macinato misto (manzo, maiale, vitello)
1 Lt di passata di pomodoro
1 carota grande (circa 120 gr)
1 costa di sedano piccola (circa 80 gr)
1 cipolla gialla piccola (circa 90 gr)
20 gr di burro
3 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
150 ml di vino rosso da tavola tipo cabernet (circa 1/2 bicchiere)
1 mazzetto legato di rosmarino e salvia
sale e pepe q.b.

–  lava, pela e trita finemente le carote, il sedano, la cipolla e metti da parte.

– metti la pentola sul fuoco e fai scaldare il pezzetto di burro con i tre cucchiai d’olio, poi aggiungi il trito di verdure e fai soffriggere per qualche minuto, poi aggiungi il macinato misto e fai insaporire bene per almeno 10 minuti. Quando la carne avrà perso gran parte della sua umidità e si sarà “asciugata” sfuma con il vino rosso e fallo evaporare.

– aggiungi alla carne il passato di pomodoro, il mazzetto legato di rosmarino e salvia e aggiusta di sale e pepe.

– Ora non ti rimane che abbassare il fuoco facendo sobbollire il sugo dolcemente. Continua la cottura per almeno tre ore, ma se puoi ti consiglio di prolungare la cottura fino a 4 ore (da quì la pazienza e il tempo), mescolando di tanto in tanto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...