Il té di Suzanne

SONY DSC

 

Questa ricetta nasce da un brano musicale … fortunatamente l’arte si manifesta in vari modi, musica compresa. La canzone è Suzanne del cantautore e poeta canadese Leonard Cohen incisa nel suo album d’esordio nel 1967, ma ancora prima di essere musica fu una poesia pubblicata nel 1966.
Choen si ispirò per questo brano alle visite che faceva alla ballerina Suzanne Verdal e a suo marito lo scultore Armand Vaillancourt.
Nel testo Suzanne offre un tè e delle arance che vengono dalla lontana Cina, ma senza andare troppo distante per qualcosa di speciale, quando sorseggerai questo tè, non potrai fare a meno d’immaginarti sulla riva di quel fiume per vedere le barche passare, proprio nel posticino speciale di Suzanne.
Questa meravigliosa canzone è nata pensando ad una ballerina, quindi ascoltandola viene naturale immaginarla danzata.
Grazie alla magistrale interpretazione di Betty Tezza le note delicate e malinconiche di questo brano attraversano il tempo e le parole si fanno movimento, incantando ed emozionando lo spettatore.
(sotto il link per vedere il balletto Suzanne interpretato e coreografato da Betty Tezza)

Leonard Cohen – Suzanne (ascolta il brano musicale)

RICETTA

Ingredienti:

1 lt di acqua minerale naturale
15 gr di zucchero
2 cucchiai di tè nero
1 pezzetto di cannella (circa 3 cm)
1 arancia gialla da spremuta BIO (il succo e la buccia)

– In un pentolino fai sobbollire l’acqua, poi lascia in infusione il tè con il pezzetto di cannella e la buccia ed il succo d’arancia filtrato per 10 muniti con il coperchio.
– Filtra accuratamente il tè, aggiungi lo zucchero e mescola bene per farlo sciogliere.
– Servi il tè ghiacciato!

consiglio: se usi l’acqua in bottiglia ne guadagnerai in brillantezza. Ricordati di eliminare bene la parte bianca della buccia d’arancia perché rende il tè amaro.

BETTY TEZZA INTERPRETA SUZANNE: clicca qui

 

TESTO – SUZANNE:
Suzanne takes you down to her place near the river
You can hear the boats go by
You can spend the night beside her
And you know that she’s half crazy
But that’s why you want to be there
And she feeds you tea and oranges
That come all the way from China

And just when you mean to tell her
That you have no love to give her
Then she gets you on her wavelength
And she lets the river answer
That you’ve always been her lover

And you want to travel with her
And you want to travel blind
And you know that she will trust you
For you’ve touched her perfect body with your mind.

And Jesus was a sailor
When he walked upon the water
And he spent a long time watching
From his lonely wooden tower
And when he knew for certain
Only drowning men could see him
He said “All men will be sailors then
Until the sea shall free them”
But he himself was broken
Long before the sky would open
Forsaken, almost human
He sank beneath your wisdom like a stone

And you want to travel with him
And you want to travel blind
And you think maybe you’ll trust him
For he’s touched your perfect body with his mind.

Now Suzanne takes your hand
And she leads you to the river
She is wearing rags and feathers
From Salvation Army counters
And the sun pours down like honey
On our lady of the harbour
And she shows you where to look
Among the garbage and the flowers
There are heroes in the seaweed
There are children in the morning
They are leaning out for love
And they will lean that way forever
While Suzanne holds the mirror

And you want to travel with her
And you want to travel blind
And you know that you can trust her
For she’s touched your perfect body with her mind.

TRADUZIONE – SUZANNE:

Suzanne ti conduce nel suo posto vicino al fiume
Puoi sentire le barche passare
Puoi trascorrere la notte accanto a lei
E sai che lei è mezza pazza
Ma è il motivo per il quale vuoi essere lì
E ti offre tè e arance
Che arrivano dalla lontana Cina

E proprio nel momento in cui intendi dirle
Che non hai amore da darle
Lei ti conduce sulla sua onda
E lascia che sia il fiume a rispondere
Che sei sempre stato il suo amante

E tu vuoi viaggiare con lei
E vuoi viaggiare ciecamente
E sai che lei si fiderà di te
Perché hai toccato il suo corpo perfetto con la tua mente

E Gesù era un marinaio
Quando camminò sull’acqua
E trascorse molto tempo a guardare
Dalla sua torre di legno solitaria
E quando fu sicuro
Che solo gli uomini che stavano affogando potessero vederlo
Disse: “tutti gli uomini allora saranno marinai fino a che il mare non li libererà”
Ma lui stesso era un uomo distrutto
Molto prima che il cielo si aprisse
Abbandonato, pressoché umano
Affondò sotto la tua saggezza come una pietra

E tu vuoi viaggiare con lui
E vuoi viaggiare ciecamente
E pensi che forse avrai fiducia in lui
Perché lui ha toccato il tuo corpo perfetto con la sua mente

Ora Suzanne ti prende la mano
E ti conduce lungo il fiume
Indossa stracci e piume
Presi dal banco dell’Esercito della Salvezza
E il sole manda raggi color del miele
Sulla nostra signora del porto
E lei ti indica dove guardare
Fra l’immondizia e i fiori
Ci sono eroi fra le alghe
Ci sono bambini nel mattino
Si sporgono all’amore
E si sporgeranno così per sempre
Mentre Suzanne tiene lo specchio

E tu vuoi viaggiare con lei
E vuoi viaggiare ciecamente
E sai di poterti fidare di lei
Perché ha toccato il tuo corpo perfetto con la sua mente

 

 

CIOCCOLATA CALDA

cioccolata

Sono sicura che con questa ricetta avrò un posto d’onore nei vostri cuori!

Ingredienti per 4 tazze:

500 ml latte fresco intero

120 gr di cioccolato fondente 60% o 70%

20 gr di cacao amaro in polvere

20 gr di maizena (amido di mais)

30 gr zucchero

120 ml di panna fresca da montare

1 cucchiaio di zucchero a velo

– Fai sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e metti da parte.

– Versa in un pentolino il latte e con l’aiuto di una frusta incorpora il cacao in polvere e la maizena precedentemente setacciati. Sciogli bene i grumi che si creeranno.

– Metti a scaldare il pentolino di latte a fuoco basso, aggiungi lo zucchero e mescola con un cucchiaio di legno, quando il latte inizia a scaldarsi ma ancora non bolle, aggiungi la cioccolata sciolta a bagnomaria e mescola.

– Continua a mescolare fino a quando la cioccolata avrà la densità che desideri, una volta pronta versa in piccole tazze e accompagna con panna montata leggermente zuccherata.

Panna Montata: versa in una ciotola di vetro perfettamente asciutta la panna liquida che dovrà essere freddissima. Aggiungi un cucchiaio di zucchero a velo e monta con con le fruste elettriche alla massima velocità.

(FOTO A CURA DI WWW.BEATRICEMILOCCO.COM)