Salame di cioccolato

Nella mia infanzia, il salame di cioccolato, era un dolce che brillava per assenza.
Era rarissimo se non inesistente, infatti, non ho ricordi di mia mamma intenta ad impastare questo tripudio di dolcezza e bontà. Fortunatamente, nelle feste di compleanno c’era sempre una mamma che lo portava.
Lo adoravo.
Mi piace tuttora, e quando lo preparo devo farmi violenza per non mangiarne troppo.
Voglio condividere con voi questa ricetta, e portare un po’ di felicità nelle vostre case.

dolce_salame_di_cioccolato

Salame di cioccolato

Ingredienti:

200 gr di cioccolato fondente
300 gr di biscotti (tipo Oro Saiva)
2 uova
100 gr di zucchero
150 gr di burro morbido
2 cucchiai di rum (che può essere sostituito con caffè normale, deca oppure orzo)
zucchero a velo q.b per la decorazione

  • In una capiente ciotola lavora con la frusta il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema, aggiungi le uova, il rum (o il caffè) e amalgama bene gli ingredienti.
  • Sciogli a bagnomaria il cioccolato fondente e quando sarà intiepidito versalo nella crema di burro, mescola bene e metti da parte.
  • Sbriciola grossolanamente i biscotti e aggiungili alla crema di burro e cioccolato. Amalgama bene gli ingrediente e trasferisci il composto in un foglio di carta da forno dandogli la tipica forma di salame.
  • Avvolgi il salame di cioccolato ottenuto nella carta da forno e successivamente in un foglio d’alluminio, se necessario comprimi ancora con le mani per dare meglio la forma desiderata. Riponi in frigorifero per almeno 5 ore, ma ti consiglio di farlo riposare una notte intera.
  • Servilo tagliato a fette spesse un centimetro.
  • Se lo desideri, prima di tagliarlo a fette, puoi spolverare la superficie del dolce con un po’ di zucchero a velo, per dargli un aspetto più rustico.

Se ti è piaciuta questa ricetta, condividila con i tuoi amici.
Se ti è piaciuto questo dolce, prova anche questa ricetta: Mattonella di budino e biscotti

Mattonella di budino e Biscotti

Questa ricetta, più di tutte, è legata ai miei momenti di fanciullesca spensieratezza.
Durante la chiusura della scuola per le festività natalizie, andavo sempre in vacanza ad Asiago, e questo dolce era un rito irrinunciabile.
Era tutto bello, il viaggio non era troppo lungo e la neve era una certezza.
Ricordo che lungo la strada, man mano che ci avvicinavamo ad Asiago, trovavamo sempre il bosco innevato, allora, strombazzavamo il clacson come dei matti per salutare la neve e per far sapere al mondo intero la nostra felicità.
La casa dove abitavo era malconcia, la cucina consisteva in una vecchia stufa a legna, un lavello di marmo ed un fornello da campeggio che veniva usato raramente.
Nella casa di montagna il forno non esisteva , e per cucinare si usava sempre la stufa a legna.
Le pentole erano vecchie pure quelle, per la maggioranza in alluminio e latta smaltata.
Ogni volta che cucinavamo il budino per questo dolce, inevitabilmente si attaccava e bruciacchiava, così, per lavare i tegami, bisognava lasciarli in ammollo o raschiare il fondo finché era ancora caldo.

Inutile dire che preferivo di gran lunga la seconda opzione. Il budino attaccato mi piaceva tantissimo, e faceva parte del gioco anche questo.

Dolce mattonella di budino e biscotti

Dolce Mattonella di budino e biscotti

 

Ingredienti per una teglia da cm 22×17:

-1 busta di preparato per budino al cioccolato circa 48 gr ( + gli ingredienti come indicato nella confezione – generalmente 500 ml di latte e 3 cucchiai di zucchero)
-1 busta di preparato per budino alla vaniglia circa 48 gr ( + gli ingredienti come indicato nella confezione – generalmente 500 ml di latte e 3 cucchiai di zucchero)
-190 gr di biscotti tipo Oro Saiva (circa 36 biscotti)
-circa 200 ml di caffè = 1 moka da tre (caffè normale, decaffeinato o orzo)
-codette di zucchero arcobaleno per la decorazione q.b.

  • In due tegami differenti prepara i budini come indicato nella confezione.
  • Mentre cuociono i budini, prepara il caffè e versalo in un recipiente e metti da parte.
  • Spalma nel fondo della teglia un paio di cucchiaiate di budino per tipo, poi immergi i biscotti nel caffè e inizia a fare strati di biscotti intervallati da strati di budino.
  • Gli starti di biscotti saranno quattro, quindi ti consiglio di iniziare facendo uno strato di budino al cioccolato, così l’ultimo strato (quello superiore) sarà di budino alla vaniglia.
  • Matti in frigorifero il dolce per almeno 4 ore.
  • Prima di servire cospargi la superficie con le codeste di zucchero colorato.

Se ti è piaciuta questa ricetta, condividila con i tuoi amici.
Se ti è piaciuto questo dolce, prova anche questa ricetta: Torta di riso soffiato al cioccolato (Barrette Mars)

Torta di riso soffiato al cioccolato

Questo post è per te,
che domani, fremerai d’amore e d’attesa in un cortile di scuola.
Sentirai la campanella e vedrai il tuo bambino correrti incontro con le braccia tese.
Ricorderai la tua infanzia, e vorrai regalare a tuo figlio un po’ di quella gioia.

Come era la tua infanzia?
Probabilmente molto simile alla mia. Semplice e spensierata.

Quando ero bambina, ricordo che i muffin non esistevano, le intolleranze erano rarissime e si affrontava l’alimentazione in modo più sereno e permissivo. Il momento della merenda era magico, specialmente nelle festicciole, dove le mamme preparavano dolci semplicissimi, ma tutto era rigorosamente fatto in casa. Il massimo della trasgressione era una torta in scatola, e generalmente questa la portavo io, perché mia mamma lavorava e non aveva molto tempo da dedicare alla cucina.

A partire da oggi, ti racconterò quali erano i miei tre dolci preferiti, e sono certa che piaceranno anche a te e al tuo bambino.
Come primo appuntamento, non potevo che iniziare con il dolce di riso soffiato al cioccolato. Immancabile, ad ogni festa ce n’erano almeno un paio sicuri (per la mia gioia). Ricordo che io e la mia amichetta del cuore avevamo una specie di rito:
arrivate alla festa, si doveva fare immediatamente una corsetta al tavolo del buffet per sondare la situazione, e comunque, andare nella cucina della mamma di turno, a sbirciare sotto le stagnole dei vassoi riempiti con ogni ben di Dio.
Trovare la torta di riso soffiato, significava la matematica certezza che la festa sarebbe andata alla grande. Dopodiché, con l’animo in pace, andavamo a scatenarci soddisfatte.

torta riso soffiato al cioccolato mars

Torta di riso soffiato al cioccolato (barrette Mars)

 

Ingredienti per una teglia diametro 28 cm:

6 barrette Mars
70 gr di burro
200 gr di riso soffiato (quello che si usa per la colazione)
60 gr di cioccolato fondente per la decorazione

  • In una pentola capiente e dai bordi alti, fai sciogliere il burro con le barrette Mars a pezzetti.
    Quando avrai ottenuto una crema uniforme, aggiungi il riso soffiato a fuoco spento e mescola velocemente (il caramello del Mars tende ad indurirsi molto rapidamente).
  • Rivesti una teglia con carta forno, versaci il riso al cioccolato ancora caldo e livellalo facendo pressione con le mani.
  • Fai sciogliere il cioccolato fondente in un pentolino a bagnomaria e usalo per decorare la superficie della torta.

Se ti è piaciuto questo dolce, prova anche questa ricetta: Madeleine al limone

Torta natalizia con zucca, cioccolato e spezie

La ricetta di questa torta è semplicemente perfetta per le feste natalizie, ottima per un tè pomeridiano o una colazione speciale.
Gli ingredienti sono molti, lo ammetto, ma posso scommettere che una volta provato questo dolce, diventerà uno dei vostri piatti forti delle feste.

Ingredienti:

250 gr di purea di zucca
325 gr di farina bianca
1 cucchiaino di miele millefiori
16 gr di lievito in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di zenzero in polvere
un pizzico di chiodi di garofano in polvere
1/2 cucchiaino di noce moscata
100 gr di noci pecan
100 gr di gocce di cioccolato fondente
100 gr di cioccolato bianco
80 gr di zucchero semolato
40 gr di zucchero di canna
125 ml di olio di semi
2 uova
1 bustina di vanillina
175 ml di latte

Per la glassa:

100 gr di cioccolato bianco

  • Pulisci la zucca, ricavane 250 gr di polpa da cuocere al vapore e riducila in purea. Fai raffreddare e metti da parte.
  • Setaccia e mescola insieme la farina, il lievito, le spezie e le noci tritate – metti da parte.
  • Con una frusta elettrica a bassa velocità lavora in una seconda ciotola gli zuccheri con le uova, aggiungi il latte, l’olio, la vanillina e la purea di zucca e amalgama gli ingredienti per un minuto.
  • Incorpora le farine nel composto liquido e una volta amalgamati bene aggiungi le gocce di cioccolato fondente e il cioccolato bianco tritato.
  • Versa la torta in uno stampo imburrato ed infarinato. Inforna a 175° per 55 minuti – forno ventilato – parte bassa del forno su griglia. In caso di muffin cucinare per 30 minuti.
  • Quando la torta è fredda, glassala con il cioccolato bianco sciolto a bagnomaria.

Pavlova Hillary (Clinton)

SONY DSC

Hillary Clinton è ufficialmente in corsa per la Presidenza degli Stati Uniti d’America, quindi ho deciso di rendere omaggio a questa grande donna con una ricetta speciale.
Ma quale delizia può rappresentare un personaggio politico così complesso?
Una Pavlova!
Ho scelto questo dolce perché rappresenta l’idea (personalissima) che mi sono fatta di lei: croccante fuori e tenera dentro.
Il guscio candido di meringa rappresenta la Casa Bianca, che racchiude al suo interno un ripieno delicato ma di carattere come il cioccolato e la pera. Abbinamenti classici ma sempre attuali e in grande armonia tra loro. La dolcezza della meringa viene placata da un leggerissimo retrogusto di amaretto che la rende meno stucchevole, mentre la crema al cacao idealmente abbraccia la differente consistenza della pera. Un gioco di equilibri che secondo me ben rappresentano questa donna e la sua vita politica.
Il bello della Pavlova Hillary è che si possono preparare i ripieni e la meringa il giorno prima, per poi assemblarla il giorno successivo in tutta tranquillità, poco prima di servirla.

SONY DSC

Ingredienti per 10 gusci di meringa monoporzione:
90 gr di albume d’uovo (circa 3 uova piccole)
90 gr di zucchero a velo
90 gr di zucchero semolato fine
3 cucchiai di liquore amaretto (1 per albume)

– Accendi il forno a 95°, statico.
– Monta a neve ben ferma gli albumi insieme a metà degli zuccheri setacciati e al liquore all’amaretto (puoi usare un mixer o le fruste elettriche). Aggiungi lo zucchero rimanente e incorporalo a mano con l’auto di una spatola di gomma con movimenti circolari dal basso verso l’alto per non far smontare il composto.
– Trasferisci la meringa in una sac à poche con una bocchetta a stella e su una teglia rivestita da carta da forno dai alla meringa la forma di gusci (vedi foto) che serviranno per contenere il ripieno.
– Inforna per 110 minuti.
– Una volta pronti i gusci di meringa e raffreddati, staccali dalla teglia del forno e metili da parte.

Note: ricorda che la meringa deve solo asciugare, quindi il tempo e la temperatura può variare da forno a forno.

Ingredienti per la crema al cacao:

40 gr di cacao amaro in polvere (3 cucchiai circa)
300 ml latte
30g farina tipo 1 o 00
3 tuorli d’uovo
80 g zucchero

– In una ciotola lavora bene con una frusta i tuorli con lo zucchero sino a che questo si sarà sciolto ed amalgamato.
– Unisci il cacao in polvere e la farina setacciati, poi aggiungi il latte. Mescolate bene e versa in un pentolino possibilmente antiaderente e fai cuocere fiamma medio/bassa mescolando continuamente sino a portare a bollore. A questo punto abbassa la fiamma e cuoci per altri 3-4 minuti.
– Versa la crema che si sarà addensata in un contenitore da frigo e coprila con la pellicola alimentare, che dovrà aderire bene alla crema. Una volta raffreddata metti in frigo per almeno un paio d’ore.

Note: al momento della farcitura consiglio di utilizzare la crema al cioccolato a temperatura ambiente.

Ingredienti per la composta di pere:
– 3 pere Williams rosse (circa 650 gr)
– 1/4 di stecca di vaniglia
– 10 gr di zucchero
– 300 ml d’acqua

– Lava, monda e taglia a cubetti le pere, ma ricordati di tenerti da parte qualche fettina di frutto per la decorazione (vedi foto).
– In una padella antiaderente fai caramellare a fiamma media le pere a cubetti con lo zucchero, l’acqua e i semi della stecca di vaniglia. La frutta sarà pronta quando risulterà ammorbidita e sarà totalmente evaporata l’acqua, ci vorranno circa 25 minuti.

Ingredienti per la decorazione:
– cacao amaro in polvere q.b.
– 200 ml di panna fresca da montare

Procedimento:
– Metti al centro di un piattino da portata il guscio di meringa, riempilo fino a 2/3 con la crema al cacao e lo spazio rimanente con la composta di pere. Decora la parte superiore della Pavlova Hillary con una fettina di pera e una leggera spolverata di cacao amaro. Accompagna con abbondate panna montata.
– procedi nello stesso modo con i gusci di meringa rimasti.

Note:
– Per agevolare le operazioni consiglio di usare una sac à poche per la crema al cacao e la panna montata.
– Le Pavlove danno il loro meglio se assemblate e mangiate immediatamente.

Cupcake di Halloween

SONY DSC

ingredienti per 12 cupcake:
120 gr farina 00
120 gr zucchero semolato
120 gr burro a temperatura ambiente
2 uova grandi
80 gr cioccolato fondente
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci (4 gr circa)
20 gr cacao amaro in polvere
12 fantasmini di meringa (per la ricetta clicca quì http://wp.me/p3OzLs-79 )
250 ml di panna fresca da montare
colorante alimentare a scelta – facoltativo – (rosa, caramello, arancione, viola, verde ecc…)
codette al cacao q.b.

– Mescola in una ciotola capiente tutte le polveri: setacciate la farina, poi il cacao amaro in polvere e infine il lievito.
– Fai sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e metti da parte.
– Con uno sbattitore elettrico, monta il burro ammorbidito a temperatura ambiente con lo zucchero e poi incorporate le uova una alla volta per ottenere una massa spumosa e ferma.
– Unisci al composto di burro e zucchero, il cioccolato fondente e per ultimo aggiungi le polveri incorporandole all’impasto con una spatola, compiendo dei movimenti circolari dall’alto verso il basso. Una volta pronto l’impasto trasferiscilo in una sac-à-poche.
– Adagia i pirottini di carta nello stampo per muffins e riempili spremendo l’impasto dalla sac-à-poche, per 2/3 della loro altezza.
– Cuoci in forno caldo a 180° per 20 minuti, verificando la cottura con uno stuzzicadente. Prima di decorarli falli raffreddare.
– Monta la panna montata con il colorante alimentare che hai scelto de decora i cupkace con uno strato di panna, sopra le codette di cacao e come top il fantasmino di meringa.

Note: Per la panna in questa ricetta ho utilizzato il colore caramello, ma in caso di feste per bambini potete sbizzarrivi un colori vivaci come l’arancione, il verde ed il viola. Se non volete usare i coloranti potete lasciare la panna al naturale, il risultato sarà bellissimo ugualmente.

SPUMA DI VENERE ( Soul Kitchen)

 

SONY DSC

Copyright immagine foodandlifeblog.com

E’ d’obbligo inaugurare questo nuovo appuntamento con Soul Kitchen, film del 2009 diretto da Fatih Akin e vincitore del Leone d’argento – Gran premio della giuria nella 66° Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.
Il film parla delle disavventure più o meno comiche di Zinos Kazantzakis, proprietario del malandato ristorante Soul Kitchen, in un vecchio magazzino del quartiere Wilhelmsburg di Amburgo.
Per i cultori del cibo in pellicola questo film è l’ideale e vi consiglio di tenerlo nella vostra videoteca personale perché offre
un punto di vista cinematografico e culinario al di fuori dei soliti canoni inglesi e francesi.

Tra i vari piatti presenti in questa pellicola ho scelto di condividere con voi il dessert “che ti mette la tigre addosso”! A quanto pare l’ingrediente principale di questo dopocena al cucchiaio è una potentissima radice afrodisiaca dell’Honduras, dagli effetti collaterali molto bollenti. La mia versione, invece, è adatta a tutta la famiglia, ma con un po’ di fantasia …… 

Buona esperienza a tutti voi!
Accompagnamento musicale a questo ruggente dessert :
1) I don’t Know di Ruth Brown – http://youtu.be/toKYrvxHWOY2
2) To sxoleio di Olympias & Pasxalis – http://youtu.be/XjrbusOUO_o
3) Walking in dub di Burning Spear – http://youtu.be/O9InPPuNIrE
4) Get down di Curtis Mayfield – http://youtu.be/T5YkVfpy_LI

Trailer Film:

note: attenzione! alcune scene di questo film non sono adatte alla visione di un pubblico troppo giovane.

Ingredienti per 4 coppe dessert:

150 gr di cioccolato bianco

3 uova ( 3 albumi + 1 tuorlo)

1 stecca di vaniglia

2 fogli di gelatina

250 ml di panna

1 ml di rum (1/2 fialetta per dolci)

un cestino di fragole (gr 250)

1 cucchiaio raso di zucchero (15 gr)

menta fresca per decorazione

Preparazione:
– Come prima cosa ammorbidisci la gelatina in acqua fredda.

– Separa l’albume delle tre uova e montale a neve ben ferma, poi mettile da parte in frigorifero.

– In una seconda ciotola monta la panna lasciandola un po’ lenta e metti da parte in frigorifero.

– In un pentolino fai sciogliere a bagnomaria il cioccolato bianco. Apri a metà la stecca di vaniglia, estrai i semi ed incorporali al cioccolato. Aggiungi nel pentolino il rum e la gelatina ammorbidita che dovrà sciogliersi, quindi togli dal fuoco il pentolino, sbatti il tuorlo d’uovo e aggiungilo al cioccolato bianco fuso, continuando a mescolare per non creare grumi e fai raffreddare.

– in una capiente ciotola aggiungi al composto di cioccolato ottenuto, prima la panna, poi gli albumi montati a neve ferma mescolando dall’alto al basso cercando di non smontarli. Una volta ben amalgamati fai raffreddare la spuma in frigorifero per almeno 6 ore.

– lava e asciuga le fragole (conservane 4 che userai come decorazione) e frullale in un mixer con lo zucchero, poi passa la salsa ottenuta al setaccio per eliminare i semini.

-Passiamo ora alla composizione del dessert: prendi dei bicchieri da martini o da champagne, aiutandoti con con un sac à poche con il beccuccio a stella riempi i bicchieri con la “spuma di Venere”, versa poi sulla superficie un po’ di salsa di fragole e decora con le fragole fresche che hai precedentemente tenuto da parte e con qualche fogliolina di menta.