Risotto con noci, mele e gorgonzola

Voglio un autunno rosso come l’amore, giallo come il sole ancora caldo nel cielo, arancione come i tramonti accesi al finire del giorno, porpora come i granelli d’uva da sgranocchiare. Voglio un autunno da scoprire, vivere, assaggiare.

(Stephen Littleword)

risotto con noci, mela e gorgonzola

Risotto con noci, mela e gorgonzola – immagine soggetta a Copyright

Ingredienti per 4 persone:
300 gr di riso vialone nano o carnaroli
200 gr di gorgonzola
100 ml di vino bianco secco
1,5 lt di brodo vegetale
50 gr di burro
1 cipolla bianca piccola
1 mela – circa 250 gr (Pink lady, Fuji, stark o Gala)
4 cucchiai rasi di noci tritate a mano
sale e pepe q.b.
erba cipollina fresca per decorare.

  • In un tegame da risotto fai soffriggere la cipolla con il 25 gr di burro per qualche istante, facendo attenzione che la cipolla non prenda colore. Aggiungi il riso, mescola e quando il chicco avrà preso calore sfumalo con il vino bianco fino a farlo evaporare tutto.
  • Continua la cottura del risotto aggiungendo di volta in volta il brodo caldo continuando a mescolare e aggiusta di sale e pepe.
  • Quando mancano circa 3 minuti alla cottura ottimale del risotto, aggiungi le mele tagliate a cubetti con la buccia.
  • A cottura ultimata spegni il fuoco e manteca il riso con il gorgonzola, le noci e il burro rimasto.
  • Servi caldo decorando il risotto con un pizzico di erba cipollina sminuzzata al coltello.

Note: In questo risotto le mele non devono risultare cotte, ma mantenete la polpa soda e compatta anche se ammorbidita dal calore.

Se ti è piaciuta questa ricetta, condividila con i tuoi amici!
Se ti è piaciuta questa gustosa ricetta, prova anche questa: Tortino di patate e pera con Roquefort

 

 

Pizza gorgonzola e pere … con farina Chilometro Cinque

SONY DSC
5 sono i chilometri tra Vicenza e Costabissara, dove , proprio nel cuore del Paese, ha origine il Frumento per Chilometro Cinque. La coltivazione avviene dal recupero di un vecchio terreno di proprietà della Famiglia Schiavo.
Il Frumento cresce coccolato sotto l’occhio vigile degli agronomi incaricati e alla vista di tutti a due passi dall’Azienda Agricola di Famiglia. Il prodotto finale viene poi macinato a pietra in un Antico Molino nella vicina Monteviale.
Ecco Chilometro Cinque, progetto che nasce per identificare un prodotto la cui intera filiera produttiva avviene nel raggio di 5 chilometri.

per 3 pizze diametro 27 cm:
– Impasto pizza
500 gr farina bianca “Chilometro 5”
300 ml acqua tiepida
8 gr lievito di birra fresco
2 gr zucchero
15 gr olio e.v.o.
15 gr sale fino

– Farcitura
225 gr gorgonzola
300 gr stracchino
1 pera abate grande (o 2 normali)
3 cucchiai formaggio grana
pepe q.b.

– Fai una fontana con la farina, sciogli il lievito nell’acqua con lo zucchero,aggiungi l’acqua alla farina insieme all’olio, il sale ed impasta bene. Fai una palla con il composto ottenuto, coprilo con la pellicola e fai riposare per ameno 4/5 ore. Una volta lievitato l’impasto, stendilo con le mani e ricava tre pizze rotonde dal diametro di 27 cm.

– Per la farcitura schiaccia con una forchetta e mescola lo stracchino con il gorgonzola, disponilo sulle pizze e guarniscile con le pere lavate e tagliate con una mandolina (tieni la buccia della pera).

– Inforna le pizze a 220° per 20 minuti.

– Una volta cotte e sfornate le pizze, cospargile con il formaggio grana mescolato al pepe.