Serdakh – una ricetta per la pace

serdakh melanzane e pomodoro
Serdakh (melanzane e pomodoro) _ immagine soggetta a Copyright

Quando ho scelto questa ricetta di Olia Hercules, l’ho subito visualizzata al centro di una tavola, con tante mani che affondano pezzi di pane dentro la pentola per raccogliere il sugo e godere di questa prelibatezza fino in fondo, fino all’ultimo morso. Ho immaginato una grande pentola conviviale, in balia di mani e sorrisi amici e un gran chiacchiericcio e risate di sottofondo.

La vita di ogni essere umano dovrebbe essere così, il più possibile serena dove la guerra è un brutto ricordo da leggere solo nei libri di storia – purtroppo, oggi, la realtà in Ucraina è terrore e devastazione. 

E’ per questo che ho deciso di aderire all’iniziativa di #cookforpeace e #cookforukraine, sostenendo la popolazione Ucraina che necessita di tutto. Ho deciso di donare una somma alla raccolta fondi di Olia Hercules, per essere una delle piccole gocce d’acqua che insieme possono far fiorire deserto.

Nel mio piccolo voglio fare, agire, e ringrazio @angelafrenda, @cook.corriere e tutte le amiche del Women Cookbook Club che mi hanno fatto conoscere questa possibilità di aiuto concreta.

Se lo desideri, unisciti anche tu a #cookforpeace e #cookforukrine, quello che succede oggi in Ucraina può benissimo accadere a noi, anche se siamo nel 2022 e nessuno vuole la guerra … ma nella realtà la guerra esiste e non conosce pietà. 

ecco i dati:

Bank: Intesa SanPaolo

Intestato a : UN AIUTO SUBITO – UCRAINA

Iban: IT08L0306909606100000185871

Per questa iniziativa volevo una ricetta che fosse il più possibile inclusiva, così la mia scelta è ricaduta su una ricetta vegetariana e molto familiare nei sapori. 

Oggi cuciniamo la  SERDAKH, una deliziosa pentola di melanzane cotte con pomodori freschi e una cascata di prezzemolo e basilico. Al palato è burrosa mentre il pomodoro abbraccia ogni sapore e consistenza. Una ricetta facilissima adatta anche a chi ha poca dimestichezza con i fornelli, ottima per la bella stagione che sta arrivando.

Ingredienti per 6 persone: 

6 melanzane piccole o 3 grandi

6 pomodori, tagliati a metà all’equatore

10 spicchi d’aglio, sbucciati e tritati grossolanamente

100 ml di burro chiarificato (sono circa 100 gr)

200 ml di acqua o brodo vegetale (o pollo).

sale e pepe q.b.

una ciuffo di prezzemolo e basilico tritato

1) Se si utilizzano melanzane novelle, fai due incisioni come se si volesse tagliarle in quattro per il lungo, ma non tagliare fino alla fine. Quindi cospargere di sale all’interno delle incisioni e lasciarle in uno scolapasta. Se usi melanzane grandi, affettatele per il lungo in 4 spicchi. Fai scolare per un’ora.

2) A questo punto scalda 2 cucchiai di burro chiarificato in un tegame dal fondo spesso e rosola le melanzane finché non saranno ben dorate dappertutto. La pelle si formerà delle vesciche e la polpa bianca diventerà dorata e croccante. Metti da parte e non pulire la pentola.

3) Nella stessa padella scaldate ora altri 2 cucchiai di burro e aggiungi i pomodori con la parte tagliata verso il basso. Cuocili solo da quel lato a fuoco vivo fino a quando non prendono un po’ di colore e la buccia diventa rugosa. Usando delle pinze, togli la pelle ai pomodori. Togli i pomodori dal tegame, mettili da parte e non pulire la pentola.

4) Nella stessa padella scalda altri 2 cucchiai di burro chiarificato e, a fuoco medio, soffriggere l’aglio. Non ti preoccupare, l’aglio non è troppo! Continua a mescolare fino a dorarlo, ma fai attenzione a non bruciarlo. Inclina la pentola in modo che il burro e l’aglio si raccolgano in un angolo, in questo modo non si brucerà. Ci vorranno circa 2-5 minuti. L’odore sarà incredibile man mano che l’aglio perde la sua asprezza e diventa morbido, dolce e delicatamente caramellato.

5) Ora rimetti in padella le melanzane e i pomodori e aggiungi il liquido. Prova il brodo di pollo se non sei vegetariano: aggiunge uno strato di sapore in più. L’acqua va assolutamente bene se vuoi che rimanga il più neutro possibile. Aggiusta con sale e pepe e fai cuocere a fuoco medio-basso per circa 20/30 minuti. Servire con pezzi di pane, focaccia o riso semplice e non dimenticarti di aggiungere una generosa manciata di prezzemolo e basilico tritato.

Ricetta di Olia Hercules dal suo libro Kaukasis: A Culinary Journey Through Georgia, Azerbaijan & Beyond – ricetta presa dal sito http://www.oliahercules.com

Seguimi su instagram: https://www.instagram.com/foodandlifeblog/

Pomodori ripieni di pomodoro

Sembra un gioco di parole ma non lo è.
Avevo voglia di pomodori al forno, ma non volevo la pesantezza del ripieno di carne o riso, così ho pensato di rendere la polpa di pomodoro della consistenza giusta per essere ritenuta un degno ripieno. Il risultato è ormai leggenda.

Pomodori (al forno) ripieni di pomodoro

Pomodori (al forno) ripieni di pomodoro _ immagine soggetta a Copyright.

Ingredienti per 4/8 persone:

8 pomodori ramati (circa 1,250 kg)
1 spicchio d’aglio
8 foglie di basilico grandi
1 cucchiaio di olio evo
45 gr di formaggio grana grattugiato
4 cucchiai di prezzemolo tritato
85 gr di pangrattato
4 pizzichi di sale
1 pizzico di pepe
sale q.b. per drenare i pomodori
olio evo q.b. per la cottura

  •  lava i pomodori, taglia le calotte con il picciolo (da conservare per la cottura) e con l’aiuto di un cucchiaino svuotali e versa la polpa ed il succo compresi i semi in un mixer. 
  • cospargi l’interno dei pomodori con un po’ di sale e mettili a riposare a testa in giù per far drenare l’acqua di vegetazione.
  • aggiungi alla polpa di pomodoro nel mixer l’aglio a pezzettini, le foglie di basilico spezzettate, l’olio evo, sale e pepe. Accendi il mixer alla massima potenza per qualche minuto.
  • versa la crema di pomodoro ottenuta in una ciotola ed incorpora uno alla volta il formaggio grattugiato, il prezzemolo tritato e il pangrattato. Fai riposare per circa 10 minuti.
  • riempi i pomodori con l’impasto e chiudili con le calotte che hai tenuto da parte. Disponili in una teglia rivestita di carta forno e cospargili con un pò di olio evo. Inforna a 200° – ventilato su griglia – per 30 minuti. Servire tiepido e temperatura ambiente.
  • Note: a fine cottura, con l’aiuto di un cucchiaio o di una siringa da cucina, preleva l’acqua che i pomodori hanno rilasciato durante la cottura.

Lasagna estiva di pane Carasau, verdure grigliate e crema di pecorino

Questa è la lasagna dell’estate, ottima come “schiscetta” da portare in ufficio e piatto unico equilibrato.
A differenza della lasagna tradizionale, la sfoglia all’uovo viene sostituita dal pane Carasau e la crema di pecorino prende il posto della besciamella. Al palato gli ingredienti risultano meno “legati” tra loro, ma se ne guadagna in leggerezza e gusto.

Lasagna di Pane Carasau, verdure grigliate e crema di pecorino sardo

Lasagna di Pane Carasau, verdure grigliate e crema di pecorino sardo – immagine soggetta a Copyright

 

Ingredienti per una teglia da 6 persone cm 21×32:
350 gr di pane Carasau
600 gr di pomodori (ramati, piccadilly grandi, san marzano o cuore di bue)
500 gr di zucchine
350 gr di melanzane
olio d’oliva
sale e pepe q.b.
acqua q.b. per bagnare il pane Carasau

per la crema al pecorino:

500 ml di latte 
40 gr di farina bianca ( 00 o tipo 1)
100 gr di pecorino sardo semistagionato
sale q.b.

  • Lava e affetta finemente, con l’aiuto di una mandolina, i pomodori, le zucchine e le melanzane.
  • Metti a scaldare sul fuoco una bistecchiera in ghisa, spennella la superficie con un pò di olio d’oliva e fai grigliare le zucchine e le melanzane.
  • Prepara la crema di formaggio mettendo a scaldare il latte in un pentolino, quando sarà ben caldo aggiungi il pecorino sardo grattugiato miscelato insieme alla farina. Mescola con una frusta e fai addensare senza che si formino grumi. Assaggia e aggiusta di sale a tuo piacimento.
  • Rivesti una teglia con carta forno e sul fondo versa un paio di cucchiai di crema di pecorino. 
  • Metti a bagno per qualche istante il pane Carasau per ammorbidirlo, poi fai uno strato di pane, seguito da uno strato di zucchine. Spolvera le zucchine con sale e pepe e cospargile con la crema di pecorino sardo.
  • Procedi alternado il pane Carasau bagnato con le verdure. Ogni strato sarà composto da un solo tipo di verdura, fatta eccezione per l’ultimo strato che avrà un mix di zucchine, melanzane e pomodori. Le quantità indicate sono per un totale di 4 strati.
  • Inforna a 200° –  forno ventiato –  per 30 minuti

Se ti è piaciuta questa ricetta, condividila con i tuoi amici! e non perdere la ricetta della mia panzanella, ottima per le giornate afose.

 

Pappa al Pomodoro, souvenir di Toscana

Viaggiare è quella cosa meravigliosa che mi permette di vedere il mondo con occhi nuovi e con rinnovato incanto. Quelli che preferisco sono itineranti e assomigliano un po’ ad un menù degustazione, perché mi regalano quell’impagabile sensazione di libertà e mi permettono di vedere vari aspetti e sfumature di un territorio.
Sono appena tornata da un weekend in Toscana, e tra una valigia da svuotare e una lavatrice da fare, ne sento già la nostalgia.
Prendo tempo e con un sospiro cerco di rassegnarmi al bucato da fare e alla routine che mi aspetta. Chiudo gli occhi e rivedo il mare, le colline, la strada del vino, i borghi antichi e quei meravigliosi pomodori scarlatti scottati dal sole e dalla brezza marina. 
Ho deciso, questa sera cucinerò la Pappa al Pomodoro!

Pappa al Pomodoro ricetta toscana

Immagine soggetta a Copyright – Pappa al Pomodoro ricetta toscana

Ingredienti per 4 persone:

500/600 gr di pomodori maturi (quelli che preferite, vanno bene anche misti)
200/250 gr di pane Toscano raffermo
1 cipolla rossa media
4/5 spicchi d’aglio
Olio e.v.o. in abbondanza, possibilmente toscano
sale e pepe q.b.
brodo vegetale q.b.
8 foglie grandi di Basilico

  • In un tegame (meglio se di coccio) fai stufare la cipolla tagliata finemente (quasi a velo) a fuoco basso. Questa operazione richiederà circa 8/10 minuti e se ti accorgi che la cipolla tende ad imbiondire troppo, aggiungi un cucchiaio di brodo vegetale.
  • Nel frattempo che stufa la cipolla, lava e taglia a cubetti i pomodori, mantenendo i semi e la pelle e metti da parte. Prendi il pane, taglialo a cubetti grossolani e metti da parte anche questo.
  • Ora che la cipolla è pronta versa nel tegame i pomodori, aggiungi gli spicchi d’aglio interi e sbucciati, aggiusta di sale e pepe e fai insaporire tutti gli ingredienti tra di loro per circa 20 minuti a fuoco medio.
  • Aggiungi ai pomodori il pane a pezzetti e con un mestolo di legno amalgama bene gli ingredienti fino a quando il pane si sarà inzuppato tutto. A questo punto aggiungi un paio di mestoli di brodo vegetale caldo e prosegui la cottura per almeno 10 minuti.
  • A fine cottura aggiungi alla Pappa di Pomodoro le foglie di basilico spezzettate a mano, mescola e fai riposare il tutto a fuoco spento e con il coperchio.
  • Servi la Pappa al Pomodoro tiepida o temperatura ambiente in ciotole monoporzione con una abbondante irrorata sulla superficie di olio e.v.o.

Se ti è piaciuta questa ricetta, condividila con i tuoi amici.
Cerchi una ricetta fresca, veloce, facile e che ti mantenga in forma per l’estate? prova la mia zuppa fredda estiva!

Panzanella

Questa è una ricetta che rende pienamente omaggio all’estate. La Panzanella è un antipasto toscano, ma generalmente preferisco mangiarla come piatto unico, specialmente nei caldi pranzi estivi. Di Panzanella ne esistono molteplici varianti, con il pane sbriciolato con o senza crosta, con l’aggiunta o meno del cetriolo e a volte arricchito con le olive. Questa è la versione che preferisco, perché mi permette di tenere il pane abbastanza compatto e mi piace sentire in bocca le differenti consistenze di tutti gli ingredienti. Consiglio di prepararla e servirla immediatamente o di aspettare al massimo un’ora, se conservata in frigo coperta con della pellicola.

 

Panzanella

(Copyright immagine http://www.foodandlifeblog.com)

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di pomodori datterini
1 cetriolo (circa 220 gr)
1 cipolla rossa di Tropea piccola (circa 110 gr)
foglie di basilico fresco q.b.
4 fette di pane toscano (sciapo) vecchio di due giorni (circa 220 gr)
6 cucchiai di olio e.v.o.
3 cucchiai d’aceto di vino bianco
sale e pepe q.b.

– Taglia a julienne la cipolla e mettila in acqua fredda con 1 cucchiaio d’aceto per un’ora circa.
– Taglia il pane a quadrotti grossolanamente e mettili in una ciotola e condiscilo con sale, pepe, due cucchiai d’olio e.v.o. e 1 cucchiaio d’aceto; mescola bene il tutto.
– Prepara gli ortaggi: lava i pomodorini e tagliali a metà, pela il cetriolo e taglialo a cubetti. Metti le verdure in una ciottola da portata e aggiungi la cipolla strizzata, le foglie di basilico spezzettate e condisci con sale, pepe, 1 cucchiaio d’aceto e 4 cucchiai di olio e.v.o. Aggiungi il pane precedentemente condito, mescola e servi.

copyright foto foodandlifeblog.wordpress.com

copyright foto foodandlifeblog.com

SUGO DI PISELLI E POMODORO

SONY DSC

Questo sugo è tanto semplice quanto saporito, vi consiglio di provarlo con la pasta fresca all’uovo; per me le Pappardelle sono l’ideale. Per fare questa ricetta uso i piselli raccolti in estate e poi congelati, ma va benissimo anche se usate dei piselli surgelati della grande distribuzione.

Ingredienti:

270 gr di piselli congelati

1/2 litro di passata di pomodoro

un pizzico di cannella

1/2 cipolla bianca (circa 60 gr)

3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

1 spicchio d’aglio

50 ml vino bianco secco

sale q.b.

– in una casseruola fai un soffritto con i tre cucchiai di olio extra vergine d’oliva, la cipolla bianca tritata finemente e lo spicchio d’aglio intero.

– aggiungi al soffritto i piselli ancora congelati e fai insaporire per qualche minuto, poi sfuma con il vino bianco e fallo evaporare tutto.

– Ora aggiungi la passata di pomodoro, aggiusta di sale a tuo piacimento e aggiungi un pizzico di cannella in polvere (mi raccomando, solo un pizzico di cannella, non stai preparando un dolce ma un sugo, l’aroma di cannella dovrà essere quasi impercettibile).

– cuoci a fuoco medio/basso per circa 45 minuti.